La Parity Rate abolita anche in Italia

0
85
Con l’approvazione del nuovo disegno di legge sulla concorrenza, il senato ha ufficialmente decretato la fine della parity rate dopo più di 2 anni di discussioni e dibattiti.
Anche  l’Italia dopo la Germania nel 2013, la Francia nel 2015 e l’Austria nel 2016  ha finalmente abolito la parity rate e di conseguenza invalidato le clausole che impedivano alle strutture ricettive di pubblicare sul proprio sito internet condizioni più favorevoli rispetto a quelle presenti sui portali di prenotazione on line.
Questo provvedimento porterà benefici ai consumatori che troveranno sul sito web ufficiale delle strutture alberghiere tariffe più convenienti ed allo stesso tempo porterà agli hotel un maggior gettito che altrimenti sarebbe finito nelle mani delle OTA che hanno sede in altri stati e molto spesso in “paradisi” fiscali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here