Amoma dichiara bancarotta

0
118
amoma bancarotta

Il sito per la prenotazione di hotel e servizi turistici Amoma il terzo sito di prenotazione più popolare al mondo, con un fatturato di circa 500 milioni di € nel 2017 ha dichiarato ufficialmente la chiusura di tutte le sue attività, lasciando i suoi utenti di tutto il mondo senza alloggio.

Una dichiarazione pubblicata sul sito delle aziende venerdì 13 settembre ha consigliato a tutti coloro che hanno effettuato una prenotazione tramite uno dei suoi portali di contattare immediatamente l’hotel (o comunque il fornitore del servizio) per verificare se la prenotazione è ancora valida, in particolare se questa è stata pagata oppure no.

Dal giorno successivo il portale ha smesso ufficialmente di accettare nuove prenotazioni alberghiere.

Al momento non è chiaro quanti clienti siano stati colpiti dalla vicenda, tuttavia visitando il sito TrustPilot è possibile leggere un gran numero di commenti negativi riguardo esperienze decisamente negative legate al collasso di Amoma: prenotazioni cancellate, clienti che al check-in si sono visti rifiutare la validità della prenotazione ecc…

Un nuovo avviso pubblicato sul sito Amoma.com domenica ha avvertito i clienti che le loro prenotazioni sarebbero state annullate, incolpando la concorrenza dei metasearch come causa del collasso.
La dichiarazione (che potete leggere dall’immagine qui sotto in versione originale) recita:

La tua prenotazione sarà probabilmente cancellata dai nostri fornitori.
Sin dalla sua creazione, AMOMA ha sempre cercato, con successo, di trovare il miglior rapporto qualità-prezzo per i suoi clienti.
Le entità che affermano di agire come “comparatori di prezzi” sono, in effetti, agenzie di comunicazione che reindirizzano i consumatori verso entità come la nostra a fronte del pagamento di un costo per clic.
Queste agenzie di comunicazione a volte sono di proprietà di società che operano nello stesso segmento del nostro, il che ha un impatto negativo sulla libera concorrenza.
Attualmente si trovano in una posizione dominante sul mercato e riteniamo che ciò vada a scapito dei consumatori finali.
In effetti, avendo acquisito questa posizione, queste entità ci impongono unilateralmente condizioni finanziarie insostenibili per noi, perché lavoriamo a un prezzo equo a beneficio dei nostri clienti, non a vantaggio di queste agenzie.
Il risultato è una concentrazione del mercato in cui può sopravvivere solo una cerchia molto piccola di importanti agenzie di viaggio online. Probabilmente saprai anche che le autorità pubbliche stanno attualmente aprendo procedure di indagine nei confronti di queste entità, in particolare in Australia, Spagna – e più recentemente, come riportato dalla stampa, negli Stati Uniti.
Tuttavia, queste pratiche commerciali che ci vengono imposte unilateralmente rendono impossibile il proseguimento delle nostre attività. Pertanto ci rammarichiamo di doverti informare della cessazione delle nostre attività, con effetto immediato.
Mentre ci dispiace di dover annunciare quanto sopra, inviamo a voi, Signore e Signori, cari clienti, i nostri migliori saluti.”

amoma chiusura attivita

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here